Navigazione Cerca
Chiudi

Selezionare il proprio paese e ruolo per visualizzare la strategia e il contenuto del fondo

Italia
  • Global homepage
  • Australia
  • Belgique
  • Botswana
  • Denmark
  • Deutschland
  • España
  • Finland (Suomi)
  • France
  • Hong Kong (香港)
  • Ireland
  • Italia
  • Luxembourg
  • Namibia
  • Nederland
  • Norway
  • Österreich
  • Portugal
  • Singapore
  • South Africa
  • Sweden (Sverige)
  • Switzerland
  • United Kingdom
  • United States
  • International
Investitore professionale
  • Investitore professionale
  • Investitore privato

Dedicato ai professionisti dell’investimento, questo sito fornisce informazioni sui nostri prodotti, strategie e servizi. Si ricorda che il capitale è esposto a rischi e che i risultati precedenti non costituiscono un’indicazione di quelli futuri. Utilizziamo i cookies per accertarci di fornirvi la migliore esperienza possibile sul nostro sito web. I cookies comprendono anche i cookies di parti terze. I cookies di parti terze potrebbero monitorare l’uso che fate del nostro sito web. Continuando, confermate di voler ricevere tutti i cookies associati al nostro sito web. Per maggiori informazioni, comprese le istruzioni per disabilitare la ricezione dei cookies, si rimanda alla nostra Politica sui cookies.

Accedendo al sito, accetti i nostri Termini e Condizioni
2020 Investment Views

Puntare sulla resilienza anziché sugli stimoli monetari

11 Novembre 2019
Autori: Clyde RossouwCo-Head of Quality

Principali informazioni

  • Il 2019 ha registrato un ragionevole recupero dei mercati azionari e le quotazioni azionarie globali sono complessivamente superiori a quelle dell’anno scorso, nello stesso periodo.
  • L’immissione di maggiore liquidità nel sistema sarà in grado di rimettere in moto l’economia globale?
  • Se sì, potrebbe crearsi un contesto leggermente migliore per la crescita degli utili societari e, probabilmente, anche per i mercati azionari in generale.
  • La geopolitica rappresenta ancora il rischio principale. Gli investitori devono essere consapevoli delle potenziali situazioni conflittuali derivanti da eventi, come ad esempio la guerra commerciale, che possono destabilizzare le prospettive di ripresa economica.
  • Continuiamo a investire in società che, a nostro avviso, dispongono di sufficiente autosostegno all’interno dei rispettivi modelli di business; in altre parole, che sono meno sensibili al ciclo economico globale.
  • Il tema chiave alla base del nostro portafoglio è la ricerca di società capaci di sostenere la crescita dei propri utili e i cui investitori non debbano preoccuparsi di prevedere il ciclo di crescita o le oscillazioni valutarie.

 

Q&A with Clyde Rossouw on

Global Franchise

L’immissione di maggiore liquidità nel sistema sarà in grado di rimettere in moto l’economia globale? Se sì, potrebbe crearsi un contesto leggermente migliore per la crescita degli utili societari e, probabilmente, anche per i mercati azionari in generale.

Q L’anno scorso avete dichiarato che per discernere tra vincitori e perdenti nel 2019 sarebbe stata necessaria una selezione prudente dei titoli. In che modo è cambiato il contesto per gli investitori?

Il contesto non è migliorato in modo marcato. Il mondo è stato teatro di una recessione industriale che, seppur moderata, ha creato una serie di ostacoli per gli utili societari, in particolare per le imprese più cicliche. Semiconduttori, automobili, prodotti chimici e altri settori hanno arrancato. Nel nostro caso l’esposizione a questi segmenti del mercato non era ampia.

Sul fronte positivo, il 2019 ha registrato un ragionevole recupero dei mercati azionari e le quotazioni azionarie globali sono complessivamente superiori a quelle dell’anno scorso, nello stesso periodo. In particolare, i mercati sviluppati hanno sorpreso piuttosto in positivo. Il fatto che i nostri investitori siano stati in grado di cogliere questa opportunità ha rappresentato un’ottima notizia.

Q Che cosa devono tenere d’occhio gli investitori mentre ci avviamo verso il nuovo anno?

Una questione chiave è il tipo di stimolo che ci riserverà la Federal Reserve USA, che ha iniziato a parlare di quantitative easing di varia natura. In sostanza, però, nel sistema viene immessa maggiore liquidità. Pertanto la domanda è se questa liquidità supplementare sarà in grado di rimettere in moto l’economia globale. Se sì, potrebbe crearsi un contesto leggermente migliore per la crescita degli utili societari, che nel terzo e nel quarto trimestre del 2019 hanno subito un rallentamento. Complessivamente, iniziamo il 2020 con una base esigua di utili, un contesto di liquidità ragionevolmente positivo e, probabilmente, anche un contesto leggermente migliore per i mercati azionari in generale.

Q Quali sono i principali rischi?

La geopolitica rappresenta ancora il rischio principale. Gli investitori devono essere consapevoli delle potenziali situazioni conflittuali derivanti da eventi destabilizzanti per una prospettiva di ripresa economica, come per esempio la guerra commerciale. La Brexit ha registrato l’ennesimo rinvio e non è ancora chiaro come andrà a finire. Alla controversia tra Stati Uniti e Cina, che sembra estendersi ulteriormente e coinvolgere altri Paesi, non è stata ancora trovata una soluzione.

Un altro rischio da monitorare è il graduale rallentamento in Cina. La sua crescita si aggira intorno al 6%, che è sempre stato l’obiettivo di Pechino. Tuttavia, date le dimensioni dell’economia, sarà difficile per il Paese sostenere questo tasso di crescita.

Q In che modo le vostre prospettive influenzano il posizionamento del portafoglio?

Continuiamo a investire in società che, a nostro avviso, dispongono di sufficiente autosostegno all’interno dei rispettivi modelli di business; in altre parole, che sono meno sensibili al ciclo economico globale. Microsoft, per esempio, continua a crescere nel cloud computing. Come tematica, l’adozione del cloud da parte delle aziende durerà per i prossimi 3-5 anni, indipendentemente dal ciclo economico. Visa continua a crescere a un ritmo a due cifre nel settore dei pagamenti.

Il tema chiave alla base del nostro portafoglio è la ricerca di società capaci di sostenere la crescita dei propri utili e i cui investitori non debbano preoccuparsi di prevedere il ciclo di crescita o le oscillazioni valutarie.

Q Quali sono i rischi di tale approccio?

Se si investe in società meno sensibili al ciclo economico, sussiste chiaramente il rischio di sottoperformare laddove i mercati azionari siano molto forti o laddove l’economia superi le attuali aspettative prudenti di molti. Tuttavia, per come la vediamo, sarebbe un piccolo prezzo da pagare per quella che speriamo si riveli una performance resiliente in un contesto di mercato moderato o più volatile.

 

Gli investimenti comportano il rischio di perdita di capitale.

Clyde Rossouw
Clyde Rossouw Co-Head of Quality

Informazioni importanti

Questo contenuto è a solo scopo informativo e non deve essere interpretato come un'offerta, o sollecitazione di un'offerta, per acquistare o vendere titoli. Tutte le opinioni espresse in merito ai mercati, ai titoli o alle società riflettono le opinioni personali del singolo gestore del fondo (o del team) nominato. Tutte le opinioni ivi riportate sono da ritenersi oneste, ma non costituiscono alcuna garanzia. Investec Asset Management, nel normale svolgimento della sua attività di gestore internazionale degli investimenti, può già detenere o intende acquistare o vendere le azioni menzionate per conto dei suoi clienti. Le informazioni o i pareri forniti non devono essere considerati come consigli specifici in merito a qualsiasi decisione di investimento. Questo contenuto può contenere dichiarazioni su eventi futuri attesi o previsti e risultati finanziari che sono di natura previsionale e, di conseguenza, sono soggetti a determinati rischi e incertezze, quali le condizioni economiche, di mercato e commerciali generali, nuove leggi e atti normativi, fattori e condizioni economiche generali e concorrenziali e il verificarsi di eventi imprevisti. I risultati effettivi possono differire materialmente da quelli dichiarati nel presente documento.
Tutti i diritti riservati. Pubblicato da Investec Asset Management, novembre 2019.

The content of this page is intended for investment professionals only and should not be relied upon by anyone else

Confermare di rientrare in questa categoria

Accedendo al sito, accetti i nostri Termini e Condizioni