Navigazione Cerca
Chiudi

Selezionare il proprio paese e ruolo per visualizzare la strategia e il contenuto del fondo

Italia
  • Global homepage
  • Australia
  • Belgique
  • Botswana
  • Denmark
  • Deutschland
  • España
  • Finland (Suomi)
  • France
  • Hong Kong (香港)
  • Ireland
  • Italia
  • Luxembourg
  • Namibia
  • Nederland
  • Norway
  • Österreich
  • Portugal
  • Singapore
  • South Africa
  • Sweden (Sverige)
  • Switzerland
  • United Kingdom
  • United States
  • International
Investitore professionale
  • Investitore professionale
  • Investitore privato

Dedicato ai professionisti dell’investimento, questo sito fornisce informazioni sui nostri prodotti, strategie e servizi. Si ricorda che il capitale è esposto a rischi e che i risultati precedenti non costituiscono un’indicazione di quelli futuri. Utilizziamo i cookies per accertarci di fornirvi la migliore esperienza possibile sul nostro sito web. I cookies comprendono anche i cookies di parti terze. I cookies di parti terze potrebbero monitorare l’uso che fate del nostro sito web. Continuando, confermate di voler ricevere tutti i cookies associati al nostro sito web. Per maggiori informazioni, comprese le istruzioni per disabilitare la ricezione dei cookies, si rimanda alla nostra Politica sui cookies.

Accedendo al sito, accetti i nostri Termini e Condizioni

Alla ricerca di linee di difesa alternative

I motivi alla base della nostra posizione sullo yen

 

Gli investitori nel fondo Global Multi-Asset Income sanno che è una strategia costruita con un approccio bottom-up, dove gli investimenti sono selezionati in base ai rispettivi meriti e classificati a seconda del loro comportamento, piuttosto che del nome. In pratica, ciò significa che i nostri potenziali investimenti si suddividono nelle categorie di asset Crescita, Difensivi e Non correlati.

Questa classificazione comporta un ovvio dilemma, in quanto come si può giustificare l’investimento a fini di diversificazione in un asset che rischia di generare una perdita? Siamo convinti che un tale corso d’azione vada assolutamente evitato, anche perché è contrario alla nostra filosofia di investimento per cui si devono detenere solo posizioni capaci di contribuire ai rendimenti.

Il problema si è presentato in particolare nell’ultimo trimestre, visto che le obbligazioni
governative dei mercati sviluppati sono considerate lo strumento principe per la
diversificazione dei portafogli. Il team ha però adottato un orientamento cauto nei
confronti di questi titoli (in particolare i Treasury), poiché in questa fase del ciclo il
contesto di sgravi fiscali negli Stati Uniti, l’accellerazione dell’inflazione a livello globale
e la crescita sincronizzata internazionale segnalano che i rendimenti potrebbero salire e
il rapporto di questi titoli con le azioni potrebbe essere più stretto di quanto gli
investitori si aspettino.

Di conseguenza, nell’ultimo trimestre la duration complessiva del Fondo ha toccato il minimo assoluto. Poiché il nostro obiettivo è investire solo in posizioni capaci di creare valore, i nostri analisti hanno individuato nuovi e interessanti metodi per diversificare il portafoglio.

Uno tra questi è, ad esempio, la posizione in yen.

Lo yen è un asset difensivo

 

Come mostrato nella pagina successiva, durante le fasi di volatilità dei mercati la performance dello yen è sempre stata tale da meritare la classificazione di asset Difensivo da parte dei nostri analisti. Questo perché, in genere, gli operatori giapponesi tendono a rimpatriare i capitali investiti all’estero quando il contesto di mercato generale peggiora, e di conseguenza lo yen si apprezza nelle fasi di avversione al rischio.

In passato lo yen si è apprezzato durante le fasi di avversione al rischio

  PEGGIORI 5 MESI DELL'MSCI AC WORLD INDEX (VARIAZ. %) VARIAZIONE % DELLO YEN VS USD (NEGATIVA=RAFFORZAMENTO DELLO YEN RISPETTO USD)
31.10.08 -19.8% 7.8%
31.10.08 -14.0% 3.8%
31.10.08 -12.5% 2.5%
31.10.08 -11.0% -2.8%
31.10.08 -10.4% 4.1%

Fonte: Bloomberg, al 31/01/2018.

Sebbene lo yen presenti interessanti caratteristiche difensive, per i motivi sotto illustrati riteniamo che sia anche in grado di contribuire positivamente alla performance del fondo.

Lo yen: un asset sottovalutato, poco apprezzato ma favorito dal crescente sostegno della politica monetaria

Valutazione

Lo yen appare conveniente sulla base dei tre principali parametri utilizzati nel calcolo del suo fair value. Questi tre indicatori (tasso di cambio di equilibrio fondamentale, tasso di cambio di equilibrio comportamentale e tassi di cambio reali effettivi), che determinano il tasso di cambio di una valuta sulla base di fattori quale il saldo dei conti finanziari o l’inflazione, segnalano che lo yen è sottovalutato in media del 13% circa (la seconda valuta più sottovalutata del nostro universo di copertura).

Fondamentali

Tutti gli indicatori dell’economia giapponese (inflazione, occupazione e indagini sul sentiment) concorrono nel confermare che lo stato di salute del paese è ottimo. Infatti, da sette mesi consecutivi gli indicatori dell’espansione economica sono positivi, da tredici mesi le esportazioni sono in crescita ininterrotta e da sedici gli indici PMI del settore manifatturiero si mantengono costantemente sopra la soglia dei 50 punti. Tutti questi fattori contribuiscono ad assegnare al Giappone un punteggio molto positivo nei nostri parametri di valutazione dell’inflazione e della crescita economica. Questa conclusione è confermata dagli analisti del nostro gruppo di ricerca azionaria, che hanno osservato un rafforzamento delle dinamiche delle società esposte al mercato interno e un miglioramento della fiducia in occasione degli incontri con i gruppi dirigenti. I nostri analisti ritengono che la banca centrale giapponese potrebbe iniziare a ridurre il programma di allentamento quantitativo e qualitativo varato nel 2012 prima di quanto ritengano i mercati – di conseguenza ciò potrebbe imprimere notevole slancio al valore dello yen.

Comportamento dei prezzi di mercato

Sentiment e posizionamento: i dati sul posizionamento di mercato, ricavati da cinque diverse fonti, confermano che gli investitori sono sottopeso sullo yen. In parte ciò è dovuto al fatto che i capitali nipponici sono stati impiegati all’estero per beneficiare dei maggiori tassi d’interesse offerti altrove, il che influenza il comportamento della moneta nazionale. Per il resto, il posizionamento corto è attribuibile alle vendite allo scoperto di yen da parte degli investitori internazionali in base all’opinione di consenso che la moneta dovrebbe perdere valore sulla scia del programma di QE della Banca del Giappone, una convinzione che i nostri analisti ritengono errata. Riteniamo che esistano riserve di capitali consistenti pronte a seguire lo yen.

Momentum: lo yen ha sovraperformato il dollaro statunitense del 5% nel corso dell’ultimo anno, e malgrado il recupero dell’euro nell’ultimo trimestre ha sovraperformato di circa il 3% un indice di valute ponderate per il valore degli scambi internazionali. Il momentum è un fattore di analisi importante per qualsiasi titolo, dato che riconosce che il mercato spesso possiede maggiori informazioni di quanto si pensi, inoltre svolge un ruolo determinante nel giustificare i rendimenti generati dalla maggior delle asset class nel tempo. Va altresì sottolineato che il nostro team Alternative Risk Premia ha notato una correlazione bassa tra yen e Treasury.

 

Implementazione

L’esposizione allo yen del nostro Global Multi-Asset Income Fund è attualmente pari al 7% circa. A nostro parere, la valuta giapponese presenta buone caratteristiche difensive e interessanti potenzialità di guadagno. Inoltre, mitiga la dipendenza del fondo dai titoli di Stato per la protezione dai ribassi, come mostra la composizione percentuale dell’esposizione al rischio del fondo illustrata nel grafico in basso. Per finire, dimostra che una strategia aggressiva può a volte rivelarsi la migliore linea di difesa.

 

 

Figura 1: Il bilanciamento delle esposizioni viene modificato al variare delle opportunità e dei rischi ciclici

Il portafoglio può variare considerevolmente in un breve periodo di tempo. Apporto percentuale al rischio.

 

Rischi generali

Il valore dell’investimento e dei suoi proventi può diminuire e aumentare. Le performance passate non sono un indicatore attendibile dei risultati futuri ed è possibile andare incontro a delle perdite. Se gli investimenti sono denominati in una valuta diversa da quella dell’investitore, i rendimenti potranno aumentare o diminuire per effetto delle oscillazioni dei cambi.

Rischi specifici

Cambio valutario: Le variazioni tra i valori relativi di valute diverse possono influire sfavorevolmente sul valore degli investimenti e su un eventuale reddito correlato. Mercati in via di sviluppo: Questi mercati comportano un rischio maggiore di perdita finanziaria rispetto ai mercati più sviluppati, in quanto possono avere sistemi giuridici, politici, economici o di altro genere meno sviluppati. Investire in Cina: Gli investimenti in Cina possono comportare un rischio di perdite finanziarie superiore rispetto ai Paesi generalmente ritenuti più sviluppati.




 

Informazioni importanti

Tutti gli investimenti comportano il rischio di perdita del capitale.

Questo materiale ha finalità unicamente informative e non deve essere interpretato quale offerta, o sollecitazione di offerta, ad acquistare o vendere titoli. Tutti i pareri espressi su mercati, titoli o società rispecchiano il punto di vista personale del soggetto indicato. Per quanto oneste, le opinioni non sono garanzie e non sono affidabili. Nel normale svolgimento delle proprie attività in qualità di gestore patrimoniale internazionale, Investec Asset Management potrebbe già detenere oppure avere intenzione di acquistare o vendere, per conto dei propri clienti, le azioni menzionate. Le informazioni o le opinioni fornite non devono essere interpretate quali consigli specifici sui meriti di una qualunque decisione di investimento. I presenti contenuti possono includere affermazioni relative a eventi e risultati finanziari futuri, attesi o anticipati, di natura previsionale che sono, di conseguenza, soggetti a determinati rischi e incertezze, quali il quadro economico generale, le condizioni dei mercati e delle imprese, nuove leggi e nuove azioni normative, fattori e condizioni economici generali e concorrenziali ed eventi imprevisti. I risultati effettivi potrebbero discostarsi notevolmente da quelli illustrati nel presente.

Tutti i diritti riservati. Pubblicato da Investec Asset Management, Febbraio 2018.

The content of this page is intended for investment professionals only and should not be relied upon by anyone else

Confermare di rientrare in questa categoria

Accedendo al sito, accetti i nostri Termini e Condizioni